+39 080 5227462    +39 080 2142163
segreteria.slr@didiritto.it

L’annosa questione dei rapporti bancari cointestati

Dr. Luca Loiacono

L’annosa questione dei rapporti bancari cointestati

Continua a ripetersi, ancora oggi, la scelta da parte di coppie di coniugi o “coppie di fatto”, di optare per rapporti di conto corrente cointestati e/o di sottoscrizione di investimenti cointestati.

Le motivazioni sottostanti sono le più disparate, spesso “creative”: la riduzione dell’incidenza del canone di tenuta conto (su un rapporto solo anziché su due singoli); la facoltà di disporre disgiuntamente; la generica spiegazione del “se succede qualcosa ad uno, l’altro può agire”; ecc…

Queste sono esigenze formulate spesso sulla base del “sentito dire”, di vecchie consuetudini (superate sul piano giuridico, dalla tecnologia e dai nuovi stili di consumo), di bisogni sui quali ci sarebbe tanto da discutere.

Ebbene, vista la crescente litigiosità coniugale, che si sta incrementando anche tra le c.d. “coppie di fatto”, i problemi si acuiscono in presenza di rapporti bancari / finanziari cointestati.

Si assiste spesso, infatti, alla rivendicazione del patrimonio, ad un innalzamento del contrasto, a tentativi di prevaricazione che possono ledere i diritti dei cointestatari. Contrasti ancor più forti quando, addirittura, c’è la “corsa” allo smobilizzo ed al rapido giro delle somme su rapporti ad intestazione singola.

Orbene, per prevenire questo tipo di problemi, spesso drammatici per l’intero nucleo familiare, è corretto che ciascuno abbia il proprio conto corrente e mantenga intatta la propria “identità” finanziaria e patrimoniale.

Potrebbe, al contempo, essere utile disporre di strumenti “smart” (ad esempio i c.d. “conti tascabili”) per la contabilità familiare, dovuta all’utilizzo del denaro per le spese correnti, strumenti alimentati da versamenti paritetici o stabiliti in modo preventivo e chiaro, secondo le capacità di apporto di ciascuno.

In merito alla destinazione del patrimonio per prevenire i rischi legati alla premorienza o vicissitudini di vario genere e gravità, si rimanda a successivo intervento.


Leave a Reply