+39 080 5227462    +39 080 2142163
segreteria.slr@didiritto.it

Il verde ha bisogno della nostra protezione

Geom. Giuseppe Lacalamita

Il verde ha bisogno della nostra protezione

Preambolo

La sua preservazione è la nostra continuità di vita, per le generazioni future, per il Pianeta!

La questione

Sono sempre più evidenti gli effetti dell’inquinamento atmosferico, del global change, della deforestazione e i continui catastrofismi naturali ne sono la testimonianza.
Ogni piccolo spazio verde, sia pubblico che privato, dev’essere protetto e dobbiamo prendercene cura continuamente, incrementandolo per garantirci una migliore qualità dell’aria che respiriamo, per rendere più belle e vivibili le nostre città.

L’abbattimento delle emissioni di CO2 è un impegno che deve coinvolgerci tutti, anche attraverso piccoli gesti: “deforestiamo” piuttosto l’orrido cemento di tanti edifici inutili o inutilizzati per dar vita semmai a parchi e giardini pubblici dove poter ripristinare la sana vita di relazione, riconciliandoci anche con l’ambiente naturale e per incrementare la biodiversità.
Ad ogni albero abbattuto per via della scarsa sensibilizzazione al tema ambientale da parte delle istituzioni pubbliche, devono corrispondere decine di metri quadrati di verde: giardini pubblici e privati devono tornare a nuova vita!
Sono notevoli è molto importanti gli effetti benefici che la vita all’aria aperta apporta al nostro stato psicofisico, per il nostro benessere.
Diversi studi scientifici, condotti ormai da tempo e in ogni parte del mondo, lo dimostrano.
I giapponesi amano i “bagni nella foresta”, di qui la pratica del shinrinyoku, ovvero la possibilità di trarre giovamento dall’atmosfera della foresta.

La silvoterapia è la speciale terapia del benessere consistente nella ricerca di un luogo molto tranquillo tra gli alberi per ritrovare il contatto con la natura, come una normale passeggiata in un parco, in un bosco o semplicemente sdraiandosi su un prato.
Spero non resti vano lo slogan “Skolstrejk för klimatet” (sciopero scolastico per il clima), della piccola attivista svedese Greta Thunberg che sta lanciando in tutto il Mondo in questi ultimi giorni, per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico.
A livello nazionale un contributo e una sensibilizzazione alle questioni ambientali, già dallo scorso anno, rinnovato anche per quest’anno, è dato anche dal bonus verde.

Il Bonus Verde

Si tratta di un incentivo ai privati cittadini, attraverso uno sgravio fiscale del 36%, detraibile in 10 anni, per una spesa massima di 500 euro, per interventi di manutenzione dei giardini, terrazze e tetti-verdi.
Sono detraibili le spese per l’acquisto di piante e arbusti, la realizzazione di recinzioni, la messa a dimora di siepi, l’installazione di impianti di irrigazione, le grandi potature annuali, le spese per la progettazione di aree a verde.
La condizione per poter beneficiare del bonus è quella di essere proprietari o comproprietari di aree verdi anche condominiali private e il pagamento delle spese mediante bonifico bancario.
Un’azione mirata e la continua attenzione da parte di tutti devono concentrarsi verso il rinverdimento del nostro Pianeta, la Terra.