+39 080 5227462    +39 080 2142163
segreteria.slr@didiritto.it

Educazione finanziaria? Ma mi faccia il piacere!

Dr. Luca Loiacono

Educazione finanziaria? Ma mi faccia il piacere!

Una ricerca condotta lo scorso anno da un noto ente istituzionale ha evidenziato risultati imbarazzanti, anzi angoscianti, sullo “stato di salute” dell’educazione finanziaria in Italia, mettendo in evidenza una serie di criticità.

Alla domanda: “Ritiene che le sue conoscenze finanziarie siano al di sotto / nella / sopra la media?”, l’80% degli intervistati ha risposto, attraverso un potente e distorto sistema di autovalutazione, di possedere conoscenze finanziarie sopra la media.

Peccato che il valore medio di riferimento non sia stato reso noto; questo ha permesso la formulazione “ad arte” di una domanda che, in tal modo, ha fatto emergere tutti i limiti di una valutazione “fai da te”.

In buona sostanza, è emerso che 4 italiani su 10 prendono autonomamente le proprie decisioni in ambito finanziario; altri 4 (su 10) si basano sul “sentito dire” di parenti, amici e conoscenti (dei quali, spesso, nessuno lavora in ambito bancario); solo 2 (su 10) si affidano ad un professionista del settore finanziario.

Pare che ci si rivolga a professionisti, di vari settori, solo quando si è obbligati dalle circostanze se non addirittura per legge.

Insomma, il popolo dei 60 milioni di commissari tecnici, piloti di formula 1 ed ora anche virologi, si ritiene sempre capace di risolvere autonomamente i propri problemi, salvo poi correre da un professionista a guaio già combinato e chiedere aiuto per “metterci una pezza”, lamentandosi anche dei costi, dei tempi e di eventuali “inghippi”derivati.

In realtà, si parla di procedure e adempimenti formali, per risolvere i quali occorrono decenni tra studi, sacrifici ed esperienze che pochi hanno e che per poterli avere richiedono necessariamente l’ausilio di un professionista competente.

L’educazione finanziaria è una cosa seria: aiuta a fare prevenzione, a creare un substrato culturale personale, familiare e condiviso. Una sorta di montagna da scalare, la cui vetta è ancora oggi ambìta, quasi temuta.

Sempre sicuri di riuscire a far tutto da soli?


Leave a Reply