+39 080 5227462    +39 080 2142163
segreteria.slr@didiritto.it

Investire in Brasile (parte 1)

Adv. Cristiano Molica
brasile

Investire in Brasile (parte 1)

Le ragioni per investire in Brasile

Questo articolo è il primo di una serie di contributi che verranno pubblicati su questa pagina web al fine di far conoscere le grandi potenzialità e commerciali del Brasile, per favorire e aiutare gli operatori economici che hanno intenzione di fare investimenti in questa grande Nazione.

Ora i numeri.
La Repubblica Federale del Brasile è il Paese più grande e popoloso dell’America Latina, occupa il 47,3% del territorio del Sud America ed è il quinto più grande per area e popolazione al mondo con i suoi 8,5 milioni di km2 e oltre 200 milioni di abitanti.

Oltre alla sua bellezza paesaggistica, importante attrattiva per i numerosi turisti che ogni anno raggiungono questa meravigliosa terra, il Brasile è da tutti riconosciuto come una delle Regioni più aperte e tolleranti nei confronti delle differenze culturali, costituendo un vero e proprio melting pot di etnie differenti.

Al nono posto nella classifica mondiale, l’economia del Brasile è la più grande dell’America Latina, con prodotto interno lordo (PIL) che ammonta a U$ 2,93 trilioni (Fonte: FMI, World Economic Outlook Database, Aprile di 2014). Inoltre, il Brasile risulta essere una delle nazioni a più rapida crescita commerciale: le recenti riforme economiche hanno infatti dato nuovo impulso al Paese nel campo del commercio internazionale, conferendogli importanti riconoscimenti al livello mondiale.

L’assenza di conflitti etnici e culturali lo rende un Paese sicuro per fare investimenti non solo nel turismo, che costituisce una voce importante dell’economia brasiliana, ma anche nel commercio e nel settore immobiliare.

Anche se, ad oggi, alcune incognite scoraggiano gli imprenditori stranieri, tra le quali l’incertezza giuridica risulta essere una delle principali, ciò non deve rappresentare un limite: è sufficiente, prima di effettuare qualsiasi operazione commerciale, che l’imprenditore recuperi e analizzi, con l’aiuto dei giusti consulenti, tutte le informazioni e i dati normativi necessari a investire in maniera sicura e proficua, in modo da tutelarsi e tutelare ulteriormente il proprio capitale.

Sarà comunque, come detto, nostra premura approfondire l’argomento e risolvere, nel limite delle nostre possibilità, interrogativi o problemi che possono sorgere qualora si decida di capitalizzare in Brasile, attività che se eseguita con i giusti accorgimenti, può produrre profitti importanti.

Articoli correlati:
Investire in Brasile (parte 2): Trattamento legale degli investimenti di origine estera in Brasile


Lascia un commento