+39 080 5227462    +39 080 2142163
segreteria.slr@didiritto.it

Australia: le recenti Elezioni federali e il programma politico in tema di migrazione dell’attuale Primo Ministro

Dr.ssa Claudia Di Marco

Australia: le recenti Elezioni federali e il programma politico in tema di migrazione dell’attuale Primo Ministro

Il 2019 è stato anno di elezioni per l’Australia.

Lo scorso marzo nel NSW si sono infatti svolte le elezioni Statali e il 18 maggio tutti i cittadini australiani sono stati chiamati alle urne per le elezioni federali, con il risultato che per lo Stato del NSW e per il Governo Federale si è avuta la conferma al potere della Coalizione Liberale/Nazionale con la vittoria al Governo Federale del primo ministro Scott Morrison.

Bisogna ricordare che l’Australia è uno Stato federale, composto da sei Stati (New South Wales, Victoria, Queensland, South Australia, Western Australia e Tasmania) e due Territori (Australian Capital Territory e Northern Territory) e che i cittadini australiani votano sia le legislature del singolo Stato o Territorio di appartenenza sia i membri del Parlamento australiano.

Ogni Stato e Territorio é dotato di proprie Assemblee legislative e di un proprio Governo che ha il potere di legiferare in materia autonoma su tutte le materie che non sono di competenza specifica del Governo federale.

Il tema migratorio così come previsto dalla sezione 51 della Costituzione australiana è un settore di competenza federale e pertanto è stato uno dei temi centrali delle ultime campagne elettorali.

L’Australia, come ho avuto modo di scrivere nei miei articoli precedenti, è una Nazione orgogliosa della propria multietnia anche se la situazione attuale vede le piu grandi città come Sydney, Melbourne, Brisbane e Perth sovrappopolate al contrario delle cosiddette Regional Areas dove recenti statistiche hanno rilevato che vi siano più di 47.000 posti di lavoro disponibili, con Aziende in continua ricerca di lavoratori esperti in settori specifici ed Università bisognose studenti da formare.

L’attuale Primo Ministro, Scott Morrison, al proposito ha recentemente annunciato il nuovo programma di Governo in tema di popolazione al fine di diminuire il congestionamento nelle metropoli e di favorire la crescita delle aree a bassa densità demografica.

Un programma che prevede investimenti per 75 milioni di dollari in infrastrutture, tra strade e ferrovie, la riduzione di 30.000 immigrati ogni anno e l’introduzione di 23.000 visti disponibili, aumento più che significativo rispetto agli 8534 dello scorso anno, per tutti i lavoratori qualificati e studenti stranieri che decideranno di stabilirsi al di fuori delle Aree metropolitane.

Il programma politico prevede inoltre dei “bonus” per coloro che prediligeranno le sopra citate Aree.

Ai lavoratori qualificati stranieri infatti, qualora decideranno di risiedere e lavorare nelle Regional Areas verrà data la possibilità di richiedere la residenza permanente in modo più semplice e con tempi più rapidi; mentre borse di studio, extra diritti in ambito lavorativo e un prolungamento del Visto di un anno rispetto al termine del corso di studio, saranno i benefici previsti per gli studenti internazionali che frequenteranno corsi universitari al di fuori delle grandi Città.

Il Primo Ministro ha precisato la necessità di un tale programma politico al fine di preservare all’Australia il posto di Nazione con il maggior successo in tema di immigrazione mantenendo contemporaneamente la Stessa tra i Paesi più invidiati al mondo a livello economico e per di stile di vita.

Per visionare l’intervista alla Dr.ssa Claudia Di Marco su Youtube:
https://youtu.be/pLqiNIDL-KA


Lascia un commento