+39 080 5575629    +39 080 2142163
segreteria.slr@didiritto.it

Nuovi reati societari di mancanza prevenzione dell’agevolazione dell’evasione fiscale e straniera - (Parte di 3 di 3)

Avv. Giuseppe Giusti

Nuovi reati societari di mancanza prevenzione dell’agevolazione dell’evasione fiscale e straniera – (Parte di 3 di 3)

Preambolo

Come illustrato in precedenza, i nuovi reati sono “reati a responsabilità oggettiva”, il che significa che un relevant body può commettere tali reati anche se i suoi soci, amministratori o dirigenti non hanno avuto alcun coinvolgimento nell’attività di facilitazione commessa dalla persona associata o non erano nemmeno a conoscenza di tale attività.

La legge prevede, tuttavia, che un relevant body (B) non commette i nuovi reati se può dimostrare che, quando la facilitazione dell’evasione fiscale è stata commessa: B aveva adottato tali procedure di prevenzione che era ragionevole per B adottare considerate tutte le circostanze del caso; o non era ragionevole per B adottare alcuna procedura di prevenzione considerate tutte le circostanze del caso.

La questione

Che cosa sono esattamente queste procedure di prevenzione?

La legge definisce le “procedure di prevenzione” come procedure volte a prevenire che persone associate a un relevant body (inclusi quindi i dipendenti, rappresentanti, collaboratori e consulenti del relevant body) commettano un reato di agevolazione dell’evasione fiscale inglese or straniera.

Il governo del Regno Unito ha pubblicato delle bozze di linee guida finalizzate ad aiutare un relevant body a comprendere quali procedure potrebbe adottare al fine di evitare che le persone ad esso associate possano facilitare un’evasione fiscale.

Tali linee guida si fondano sui seguenti principi:

1.- Valutazione dei rischi

Un relevant body deve valutare la natura e portata della propria esposizione al rischio che una persona ad esso associata commetta un’attività di facilitazione dell’evasione fiscale da parte di un soggetto terzo.

2.- Proporzionalità

Le procedure di prevenzione devono essere ragionevoli e proporzionate ai rischi individuati dal relevant body. Esse dipendono dalla natura, ampiezza e complessità delle attività svolte dal relevant body.

I nuovi reati non richiedono a un relevant body di porre in essere procedure eccessivamente complesse al fine di eliminare ogni rischio ma richiedono più di una semplice apparenza di aver adottatto le necessarie procedure.

3.- Top level commitment

I soci, amministratori e dirigenti di un relevant body devono assumersi l’impegno di prevenire che le persone ad esso associate facilitino l’evasione fiscale da parte di soggetti terzi. Essi devono promuovere una cultura all’interno della loro organizzazione che non tollera alcuna forma di facilitazione dell’evasione fiscale.

4.- Due diligence

Un relevant body deve svolgere una procedura di due diligence adeguata e proporzionata in merito alle persone che svolgono servizi per or per conto dell’organizzazione. In certi casi, può essere opportuno inserire specifiche clausole contrattuali di anti evasione nella documentazione stipulata con tali persone.

5.- Comunicazione e formazione

Un relevant body deve assicurarsi che le sue procedure di prevenzione siano comunicate a tutta l’organizzazione e siano da essa incorporate e comprese. Questo risultato può essere raggiunto tramite una comunicazione interna ed esterna e lo svolgimento di attività specifiche di formazione e training.

6.- Monitoraggio e revisione

Un relevant body deve monitorare e rivedere regolarmente le proprie procedure di prevenzione e apportare miglioramenti dove necessario.

Casi di esclusione

Ci sono casi in cui è accettabile per un relevant body non adottare alcuna procedura di prevenzione?

Secondo il governo del Regno Unito, in alcune circostanze limitate, può essere ragionevole per un relevant body non adottare alcuna procedura di prevenzione.

Questo potrebbe essere il caso, per esempio, di un relevant body che, dopo aver pienamente valutato tutti i rischi ai quali è esposto, ha deciso che tali rischi sono estremamente bassi e i costi per attuare eventuali procedure di prevenzione sono sproporzionati rispetto a tali rischi.

Il governo del Regno Unito ha chiarito, tuttavia, che difficilmente è giustificabile per un relevant body non aver neppure svolto un’attività di valutazione dei propri rischi.

Il governo ha aggiunto che un relevant body deve continuare a monitorare tali rischi ed essere in grado di articolare il risultato dell’attività di valutazione svolta, e la successiva decisione di non adottare alcuna procedura di prevenzione, qualora richiesto.

Conseguenza in caso di condanna

Cosa succede se un relevant body è condannato per i nuovi reati?

Un relevant body condannato per i nuovi reati incorre una multa il cui importo è determinato dal giudice inglese in maniera discrezionale senza limiti massimi.

Se il relevant body opera nel settore regolamentato nel Regno Unito o in un paese straniero (come per esempio l’Italia), potrebbe anche essere assoggettato a un procedimento di tipo disciplinare da parte dell’autorità di vigilanza competente.

Tale procedimento potrebbe risultare nella revoca della propria autorizzazione, nell’imposizione di una censura pubblica e/o nell’imposizione di un’ulteriore multa (ad esempio, per non aver posto in essere un sistema di controlli interni adeguato).

Un relevant body che opera nel settore pubblico potrebbe anche essere interdetto dal partecipare a futuri appalti pubblici.

L’essere assoggettato a un procedimento penale potrebbe provocare anche danni di tipo reputazionale al relevant body e ai suoi soci, amministratori e dirigenti.

Riflessione

Ogni relevant body che è costituito ai sensi del diritto inglese; è costituito ai sensi del diritto straniero (per esempio, italiano) ma ha un ufficio, filiale or altra sede nel Regno Unito (per esempio, a Londra); o pur non avendo alcun ufficio, filiale or altra sede nel Regno Unito, svolge la propria attività, in tutto o in parte, nel Regno Unito o con clienti residenti nel Regno Unito; dovrebbe svolgere, prima che i nuovi reati entrano in vigore, una valutazione dei rischi ai quali è esposto al fine di:

(a) determinare quali procedure di prevenzione sia ragionevole adottare per ridurre al minimo il rischio che una persona ad esso associata (ad esempio, un dipendente, rappresentante, collaboratore o consulente) commetta un reato di facilitazione dell’evasione fiscale inglese o straniera; o

(b) supportare la decisione che, visti i bassi profili di rischio individuati, è ragionevole per il relevant body non adottare alcuna procedura di prevenzione.

(Parte di 1 di 3)

(Parte di 2 di 3)


Lascia un commento